Laboratorio IRC con A. Porcarelli su Continuità verticale del I° ciclo

Il tema dell'incontro di aggiornamento, tenuto dal prof. Porcarelli il 16 maggio scorso, è stato principalmente rivolto agli insegnanti di religione della scuola secondaria di primo grado. Esso ha riguardato una progettazione mirante ad un profilo di ragazzo competente che si inquadri in un orizzonte di riferimento cristianamente ispirato, ossia nell'ambito di un profilo personalista. Ci chiediamo: qual è il contenuto specifico dell'IRC in questa logica ? La prospettiva è quella di un lavoro in continuità con la primaria e la secondaria di secondo grado. In effetti, come docenti ci chiediamo cosa resta dell'IRC col passare del tempo nei nostri alunni ? Ebbene, dopo aver delineato gli OA (i contenuti culturali) e tenedo presente il profilo del I° ciclo, qual è il profilo “antropologicamente sapiente” (ossia personale) quindi il tipo di persona che abbiamo in mente e che vorremmo corrispondesse al nostro alunno ideale ? Il nodo consiste nel comprendere come i TSC (traguardi per lo sviluppo delle competenze) possono aiutarci ad individuare gli OA che “traguardano” verso la persona competente. Alcuni obiettivi di apprendimento cosa insegnano realmente ai nostri ragazzi ? Il problema però non è tanto di cosa parlare ma di come l'insegnante pensi che questi episodi (biblici, evangelici) possano “impattare” sui discenti e di come vengano effettivamente utilizzati e trasmessi dal docente (lectio biblica, drammatizzazione, ecc…), dal momento che la capacità di interiorizzare cambia a seconda dell'età dei discenti. Come docenti saremmo inoltre interessati, oltre che a capire come la Bibbia “impatti” sul profilo di persona competente anche a come questa persona si confronta con i suoi “mondi vitali”, ossia il suo vissuto quotidiano e personale (es. alunno che si prepara per la Cresima). Proprio l'aggancio al mondo vitale dei nostri adolescenti è particolarmente importante se si utilizzano nella programmazione anche dei “catalizzatori” tematici trasversali. Ad esempio come rendere significativo il linguaggio religioso per un ragazzo di 12 anni ? Quindi nel profilo di persona competente si darà importanza alla comunicazione e relazione interpersonale al fine di individuare criteri di lettura del mondo culturale odierno, facendo in modo che il ragazzo sia in grado di cogliere e accogliere l'elemento religioso nella comunicazione sociale sempre in un'ottica cristiana. 
 
Per una trattazione dettagliata, ascolta il file audio.